NEWS & EVENTI
Smart City e Internet of Things, un connubio perfetto!
28 agosto 2015
Lo IoT rappresenta oggi uno dei principali fattori abilitanti per la creazione della Città Intelligente, contribuendone al  miglioramento della gestione, della vivibilità ed anche le attività economiche che in essa si svolgono.

Una ricerca condotta dall’Osservatorio Internet Of Things del Politecnico di Milano mette in evidenza come negli ultimi 3 anni quasi il 50% dei comuni italiani ha intrapreso almeno un progetto di Smart City basato su tecnologie IoT, sebbene ancora in fase sperimentale, e il 75% segnala la presenza di iniziative in programma per il 2015. La maggior parte dei progetti avviati dai comuni intervistati si concentrano su due temi princiali: il 58% sulla gestione della mobillità e il 52% sull’illuminazione intelligente.

Le criticità nella realizzazione dei progetti di Smart City maggiormente evidenziate riguardano la mancanza di risorse economiche e di competenze.

Infatti, dai dati della ricerca, emerge che ancora vi è una scarsa consapevolezza del fatto che i progetti Smart City possano ridurre i costi e creare maggiorni introiti, non dimenticando il l’obiettivo più importante: la soddisfazione dei cittadini

Per questo l’Osservatorio ha studiato, in particolare, tre ambiti di applicazione Smart della tecnologia IoT nelle nostre città: l’Illuminazione intelligente, la Gestione della mobilità e la Raccolta rifiuti

Una adozione a livello di sistema paese consentirebbe a cittadini, Pubbliche Amministrazioni e aziende di risparmiare complessivamente 4,2 miliardi di euro all’anno. Inoltre, tali applicazioni permetterebbero di migliorare significativamente la vivibilità delle città, in termini di qualità dell’ambiente e qualità della vita attraverso con l’eliminazione di 7,2 milioni di tonnellate di CO2 all’anno e il risparmio da parte di ogni City User di 5 giorni all’anno di code e traffico sulla propria auto o sui mezzi pubblici.